Il progetto sperimentale “La Civiltà Romana” è stato accolto positivamente dagli alunni della classe V di Gualdo: un gruppo di nove alunni bendati che nel corso dell’anno scolastico 2016/17 hanno realizzato un plastico dell’antica città di Carsulae, partecipando con grande  interesse all’attività proposta dall’insegnante Paola Torcolini. I ragazzi hanno capito che anche chi non può vedere può “costruire” un proprio percorso di apprendimento, utilizzando gli altri sensi.

Il progetto rappresenta un buon esempio di didattica inclusiva. Alleghiamo l’articolo pubblicato dal quotidiano “Il Messaggero”.

 

Leggi L’articolo